Strategie di investimento

Space3 S.p.A. ha l’obiettivo di individuare un’azienda di media dimensione che sia un esempio di eccellenza dell’industria italiana, che sia interessata ad aprire il proprio capitale ad investitori istituzionali mediante la quotazione delle proprie azioni

Imprese target sono tipicamente rappresentate da società italiane di media dimensione non quotate, con forte vocazione internazionale, che necessitano di risorse da investire per continuare e, in caso, accelerare il proprio percorso di crescita e sviluppo.

La struttura societaria di diritto italiano di Space S.p.A. permette di realizzare l’operazione di "business combination”, e quindi la quotazione in borsa delle azioni della target, con modalità tecniche più semplici, tempi più rapidi e minore incertezza rispetto ad un processo di IPO ordinario.

 

Vantaggi per l’azienda Target

Rispetto ad un tradizionale processo di IPO la combinazione con una SPAC richiede tempi più brevi e comporta minori rischi di esecuzione: un processo di IPO standard richiede circa 6/9 mesi di tempo in cui l’imprenditore e il management vengono quasi totalmente distolti dalla gestione della società al fine di strutturare l’operazione, preparare la documentazione e interagire con gli investitori. Inoltre, in tale periodo di tempo, le condizioni dei mercati borsistici possono evolvere in maniera tale da rendere complessa, poco praticabile o non piu' economicamente interessante la quotazione stessa. La combinazione con la SPAC fa' si' che la parte preponderante del processo ed i costi connessi siano assorbiti anticipatamente dalla SPAC stessa, mentre tempi e i termini di valorizzazione della società target sono definiti ex ante.

Rispetto ad un’operazione di apertura del capitale a fondi di private equity, la SPAC richiede una governance di mercato, necessariamente meno invasiva di quanto tipicamente richieda un fondo. Pochi fondi sono disponibili a realizzare operazioni di minoranza e richiedono generalmente diritti di veto in materia di governance e tutele sulla loro possibilità di uscita dall’investimento: con la SPAC la società target amplia la propria compagine azionaria includendo investitori istituzionali che ottengono liquidità dalla quotazione del titolo.