Fusione per incorporazione di Aquafil S.p.A. in Space3 S.p.A. - Emesso il provvedimento di Borsa Italiana di ammissione alle negoziazioni sul MTA, segmento STAR

Milano, 27 novembre 2017 – Con riferimento alla business combination tra Space3 S.p.A. (“Space3”) e Aquafil S.p.A. (“Aquafil”) - in relazione alla quale in data 7 novembre 2017 è stato stipulato l’atto di fusione per incorporazione (fusione che prevede che, alla data di efficacia della stessa, Space3 assuma la denominazione di “Aquafil S.p.A.”) di Aquafil in Space3 (la “Fusione”) - Space3 e Aquafil comunicano che in data odierna Borsa Italiana S.p.A. ha emesso il provvedimento di ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., Segmento STAR, delle azioni ordinarie Space3 - che, a esito dell’efficacia della Fusione, assumeranno la denominazione di “Azioni Ordinarie Aquafil” - e dei “Market Warrant Space3 S.p.A.” - che, a esito dell’efficacia della Fusione, assumeranno la denominazione di “Market Warrant Aquafil S.p.A.”.

L’efficacia del suddetto provvedimento di ammissione a quotazione è subordinata al deposito finale presso la CONSOB del prospetto per l’ammissione a quotazione delle citate azioni ordinarie e market warrant post Fusione sul MTA/Segmento STAR (il “Prospetto Informativo”).

La data di efficacia della Fusione sarà subordinata al rilascio da parte di CONSOB dell’autorizzazione alla pubblicazione del Prospetto Informativo. La data di inizio delle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei market warrant di Aquafil post Fusione sul MTA, Segmento STAR, è prevista per il primo lunedì successivo al rilascio della suddetta autorizzazione alla pubblicazione.

I consulenti legali incaricati sono lo Studio Legale BonelliErede per Space3, lo Studio Legale Freshfields Bruckhaus Deringer e lo Studio Legale Giovannelli e Associati per Aquafil, mentre le società di revisione sono KPMG S.p.A. per Space3 e PricewaterhouseCoopers S.p.A. per Aquafil. Citigroup Global Markets Limited ha inoltre assistito Space3 in qualità di financial advisor. Intermonte agisce come sponsor nell’ambito del processo di ammissione a quotazione sul MTA/segmento STAR.

* * *

Space3, è una SPAC (Special Purpose Acquisition Company) di diritto italiano, quotata sul MIV, il Mercato Telematico degli Investment Vehicles/Segmento Professionale, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A..Space3 è nata dalla scissione parziale e proporzionale della SPAC Space2 S.p.A. ed è la terza SPAC promossa da Space Holding, società di investimento i cui soci paritetici sono Sergio Erede, Roberto Italia, Gianni Mion, Carlo Pagliani e Edoardo Subert. Nel 2013 Space Holding aveva costituito Space S.p.A., la prima SPAC di diritto italiano quotata sul MIV, che aveva effettuato la business combination con F.I.L.A. - uno dei leader mondiali nella produzione e commercializzazione di prodotti per colorare, disegnare, modellare, scrivere e dipingere rivolti principalmente a bambini in età scolare e prescolare. Nel 2015 Space Holding ha costituito Space2 S.p.A., la seconda SPAC di diritto italiano quotata sul MIV, che lo scorso aprile ha completato l’operazione di business combination con Avio S.p.A., un gruppo internazionale leader nella realizzazione e nello sviluppo di sistemi di propulsione solida e liquida per lanciatori spaziali e nel trasporto spaziale.

Aquafil, fondata nel 1965, è uno dei principali attori, in Italia e nel mondo, nella produzione di fibre sintetiche, in special modo di quelle per applicazioni in poliammide 6. Il Gruppo, con oltre 2.700 collaboratori, è presente in tre continenti e opera attraverso due aree di prodotto:

  1. BCF (Bulk Continuous Filaments): fili sintetici per la pavimentazione tessile usati nei settori contract (uffici, luoghi pubblici, hotel), automotive (tappeti e rivestimenti per auto) eresidenziale. La produzione di filo per pavimentazione tessile rappresenta il primo business di Aquafil (con oltre l'80% del fatturato del Gruppo), presente già dalla sua fondazione. Oggi il Gruppo è leader in Europa e secondo player nel mondo del settore BCF. Vengono gestiti quasi 20.000 codici prodotto, tutti perfezionati internamente nell’ambito di progetti di sviluppo stilistico e/o di innovazione tecnologica, a stretto contatto con il cliente, con il rinnovo completo dell’intera collezione ogni quattro anni.
  2. NTF (Nylon Textile Filaments): fili sintetici per i settori dell'abbigliamento e dello sport.Oggi il Gruppo è il fornitore principale di alcuni dei più importanti marchi italiani ed europei nei settori abbigliamento, intimo e sportswear. Il costante impegno nella ricerca ha permesso ad Aquafil di affiancare i clienti nella realizzazione di nuovi prodotti tessili, per rispondere alle più innovative tendenze estetiche e prestazionali per l’abbigliamento e lo sportswear. La gamma di prodotti offerta comprende la microfibra Dryarn® ed i fili poliammidici rigenerati ECONYL®, il cui sviluppo nasce sempre da progetti in collaborazione coi brand finali.

Aquafil è un pioniere nella circular economy grazie anche al sistema di rigenerazione ECONYL®, un percorso innovativo e sostenibile in grado di creare nuovi prodotti dai rifiuti, dando vita ad un ciclo infinito. I rifiuti di Nylon vengono raccolti in località sparse in tutto il mondo e comprendono scarti industriali ma anche prodotti (quali reti da pesca e tappeti) giunti alla fine della loro vita utile. Tali rifiuti vengono trattati in modo da ottenere una materia prima (caprolattame) con le stesse caratteristiche chimiche e prestazionali di quella proveniente da fonti fossili. I polimeri prodotti da caprolattame ECONYL® sono distribuiti agli impianti di produzione del Gruppo, dove vengono trasformati in filo BCF e filo NTF. Già oggi circa il 30% dei ricavi del Gruppo derivano da fili prodotti con caprolattame ECONYL®. Nel 2016 Aquafil ha realizzato circa Euro 482 milioni di ricavi, circa Euro 65 milioni di EBITDA e circa Euro 20 milioni di Utile Netto. La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2016 ammonta a circa Euro 118 milioni.